L’R+ è una disciplina basata sulla scienza del comportamento in generale, e sull'”Operant Conditioning” in particolare, ideato da B.F. Skinner nel 1948 e da allora sviluppato da scienziati, comportamentalisti e addestratori in tutto il mondo.

Il Rinforzo Positivo è un linguaggio utilizzato per dare indizi all’animale con lo scopo di rendere l’esecuzione di un comportamento (o di una serie di comportamenti) più piacevole, e la ripetizione di tale comportamento (o serie di comportamenti) più probabile, soprattutto come reazione a uno stimolo (solitamente un’indicazione da parte dell’umano).

Lo pratichiamo con l’animale in libertà e dandogli la possibilità di scegliere se interagire o no — usiamo premi in cibo tanto appetitosi quanto le altre risorse che rendiamo accessibili sul luogo di addestramento, e non ci sono conseguenze se il cavallo sceglie le ultime. Stabiliamo strumenti di comunicazione bidirezionale con cui il cavallo può dirci quando iniziare, e chiederci di smettere qualsiasi attività, o ri-dirigerci su un’altra che preferiscono.

Il Rinforzo Positivo è “la lingua più parlata” con animali delle specie più svariate negli zoo, è molto comune nell’addestramento di cani, e di animali diversi nell’industria cinematografica.

Alcuni contesti in cui consigliamo di usarlo:

  • riabilitare cavalli con ansia da separazione
  • aiutare cavalli introversi e chiusi dentro se stessi a uscire dal guscio e trovare gioia nell’interagire con gli umani
  • insegnare le buone abitudini del mondo domestico e renderle piacevoli/desiderabili, quali essere pareggiati, legati, lavati, caricati sul trailer, visitati o curati dal veterinario, vaccinati, sellati, ecc.
Esempio di rinforzo positivo utilizzato per insegnare a Sombra (la cavalla di Giorgia, precedentemente selvatica) a posizionarsi autonomamente per il pareggiatore, in libertà, e a indicargli quando è pronta a cominciare e quando ha bisogno di una pausa.

C’è il rischio che il mio cavallo prenda peso con tutti i premi che gli/le daró?

No! Consigliamo infatti, solitamente, di utilizzare premi dello stesso valore nutrizionale/calorico/di gusto del loro cibo quotidiano, o inferiore.

Io non voglio viziare il mio cavallo!

Neanche noi!! 🤪 Riflettiamo un attimo sulla definizione di viziare: “Contrarre abitudini e comportamenti inopportuni a causa di un’educazione troppo permissiva”. Il fatto che stiamo usando il linguaggio R+ e premi in cibo non significa in alcun modo che elargiremo cibo a destra e a manca, premiando comportamenti inopportuni. Comunicare in una lingua diversa dal solito  (immaginiamo in inglese invece dell’italiano) non significa comunicare concetti indesiderati, anzi, si può essere altrettanto risoluti riguardo a cos’è permesso e cosa no!

Il mio cavallo è sdomo e vorrei introdurlo al lavoro sotto sella. Questo è l’approccio giusto?

Mah, ‘giusto’ o ‘sbagliato’ in termini generali vogliono dire ben poco. Quello che possiamo assicurarvi è che sia noi che molti colleghi ovunque nel mondo abbiamo/hanno usato e usano R+ per la doma (da zero o da una situazione esistente, introdotta precedentemente con un linguaggio poco piacevole per il cavallo) in modo efficace, sicuro e soprattutto…divertente per umani E cavalli! Il nostro consiglio è di sottoporvi a un’infarinatura di questo approccio, in modo non solo da avere a disposizione una nuova opportunità di comunicazione con il vostro cavallo, ma anche di scoprire se fa per voi, e se sí con quale frequenza e in quali situazioni.

Esempio: in alcuni allevamenti di cavalli da corsa, i cavalli vengono addestrati sotto sella molto tradizionalmente, nel lavoro da terra con la natural horsemanship (pressione e rilascio), e nelle “maniere” (pareggiatura, visite veterinarie, docce, ecc) con R+.

Domande frequenti riguardo al Rinforzo Positivo (R+)

Il mio cavallo diventerà aggressivo riguardo al cibo?

Se segui le nostre indicazioni, no 😛 La prima cosa (e la più importante!) che insegneremo al cavallo in questo corso è come ricevere i premi con calma e “educazione”. D’altro canto, il primo principio pratico che insegneremo agli umani sarà il concetto di food feelings (sentimenti riguardo al cibo e determinazione a procurarsi il cibo) e a come gestirli. Quindi anche se il tuo cavallo è già aggressivo riguardo al cibo, fai un profondo respiro e…diamo inizio all’apprendimento!

Potrò montare anche se inizio R+?

Ceeerto! Integrità fisica del cavallo permettendo ovviamente!

Con R+ il tuo cavallo non solo ti “sopporterà” sulla sua schiena…comincerà ad amare le attività da sella cosí tanto che ti INVITERÀ a salire!

Se pianifichi di usare ancora la horsemanship (pressione e rilascio) quando sei in sella, è solo questione di fare chiarezza: i cavalli nella nostra esperienza capiscono e discernono senza problemi, quindi in caso vi sarà possibile usare anche gli aiuti che avete già stabilito.

Ma poi il mio cavallo interagirà con me motivato soltanto dai premi?

No! I premi si usano con alta frequenza solo all’inizio dell’insegnamento di un comportamento, ma una volta che il cavallo lo padroneggia, la frequenza scende o addirittura si annulla. Esempio: la mia cavalla all’inizio era selvatica quindi per insegnarle ad accettare la capezza dovevo premiarla per ogni piccolo progresso. Adesso quando la vede si posiziona per riceverla e non si aspetta più alcun premio in cambio. Abbiamo trasformato questo comportamento — che una volta era difficilissimo e necessitava di rassicurazione emozionale e ricompensa in cibo — in una “buona abitudine”.

Il mio cavallo è aggressivo. Questo approccio mi metterà in pericolo?

Questo approccio di per sè non solo non vi metterà in pericolo, ma permetterà sia a voi che al vostro cavallo di conoscervi meglio e rassicurarvi a vicenda sulle intenzioni reciproche, senza piú arrivare a sentire il bisogno di “difendersi con la forza”. Spesso infatti l’aggressività viene dal profondo bisogno di comunicare un messaggio, che si percepisce ‘non-registrato’ o ‘non-considerato’ dal destinatario nelle forme di comunicazione più sottili che hanno preceduto l’atto stesso. Anche i traumi del passato o il dolore possono attivare comportamenti aggressivi.

Da questi punti di vista, nella nostra esperienza, l’R+, per come abbiamo imparato ad applicarlo, è l’approccio piú efficace.

Attenzione! Detto questo, non conoscendo il caso specifico (la causa potrebbe essere diversa da quelle elencate sopra) e non essendo con voi di presenza quando applicate un determinato procedimento per potervi mostrare come si fa e dare feedback sull’esecuzione, è chiaro che non possiamo assicurare alcun risultato.

NUOVO LEGAME

“Ho partecipato al corso intensivo di Introduzione al Rinforzo Positivo con Giorgia con lo scopo di migliorare la comunicazione col mio cavallo DH Aref +. Siamo partner di endurance da più di 10 anni, abbiamo raggiunto il traguardo di Tevis insieme e abbiamo percorso migliaia di miglia di sentiero.

Sono rimasto assolutamente colpito dai risultati, in termini di comunicazione con il mio cavallo a un livello completamente diverso. È come aver cominciato una nuova relazione! Continueró con i livelli successivi di questo corso, perché intuisco che le porte di comunicazione recentemente aperte mi potranno portare verso orizzonti che non sognavo nemmeno, semplicemente perchè non li sapevo possibili”